Archivi categoria: Senza categoria

premio ricevuto da Nuove Tecnologie

banner-vincitori_Premio Sviluppo sostenibile 2016

 

Comunicato: Sintesi del progetto premiato in data 10 novembre 2016

 

NUOVE TECNOLOGIE DI MARINELLA CARIA  C. SNC

 

SEDE LEGALE VIA GUIDO ROSSA, 7

Tel. impresa 0709786018 –  Cell. responsabile progetto GRAZIELLA CARIA 3402449376

E-Mail ecosirio@gmail.com       Sito web http://www.arredamentinuovetecnologie.com

Titolari Socie/Legali rappresentanti  GRAZIELLA, MARINELLA, ISABELLA  CARIA

Settore del Premio: Energia da fonti rinnovabili

Sintetica descrizione progetto:

“ECOSIRIO SOLAREX 48 SUBER” CAMERA STERILIZZAZIONE SOLARE/FORNO DESIGN E PROGETTO di NUOVE TECNOLOGIE FALEGNAMERIA è una camera termica solare , progettata  con dimensioni armoniche, a due camere,  una  di coibentazione, che viene ne riempita in materiali naturali, coibenti vegetali fibra di legno naturale (risulta di legno certificato fsc o pefc da rifilatura di falegnameria trucioli, canapa, oppure animali (scarti di lana sarda da tosatura lavati e  feltrati), oppure per il terzo mondo fibre autoctone vegetali disponibili in quantità, ed utilizzabili al naturale senza  grandi lavorazioni, pula di miglio decorticata (scarto del  cereale più  consumato in Camerun) , Kenaf, il progetto è semplice, la forma e le dimensioni cm. 48×48 consente  a chiunque di  movimentarlo, trasportarlo con facilità,ovunque. La temperatura che si raggiunge consente all’interno della camera chiusa da un “vetro-vita” mobile, consente la sterilizzazione di strumenti ed utensili, ospedalieri, posateria da cucina, oppure consente la cottura delle cibarie all’interno di un contenitore chiuso in acciao inox oppure in metallo/vetro adatto alle alte temperature. Il coperchio dell’ECOSIRIO SOLAREX48  a specchio funge da inseguitore solare regolabile  per l’utilizzo in qualsiasi stagione dell’anno ad ogni latitudine nel mondo, per questo è stato adottato in Camerun dalla Missione di Padre Tonino Melis, Gesuita, che ha messo in campo con l’utilizzo dell’EcoSirio Solarex48, negli ospedali e nella sua Parrocchia, Scuola di Formazione Agraria, riuscendo anche a cuocere il “pane quotidiano”, La radiazione solare, ovvero una forma di energia “elettromagnetica” trova interessante impiego per la sterilizzazione dell’acqua e ferri chirurgici, specie in parti del mondo dove non è facilmente disponibile l’energia elettrica.  Il processo fisico che avviene è quello del calore secco l’energia solare veicolata per mezzo del vetro all’interno della camera causa “l’effetto serra” di conseguenza l’aria contenuta all’interno della Camera di temperatura (forno) raggiunge  temperature sopra i 160 °C. Il processo è sterilizzante; il progetto iniziato nel 2014 è arrivato alla sperimentazione nel  2015, ed ha raggiunto l’  obbiettivo prefissato positivamente nel 2016, ma continua in ulteriori innovazioni.

Dell’efficacia dei risultati ambientali i risultati si intendono quelli attesi, con particolare riferimento alla mitigazione della crisi climatica.  “L’EcosirioSolaRex 48, Sterilizzatore– Camera di cottura” in ogni modello:

sono tutti funzionanti senza gas, senza elettricità, senza fotovoltaico, con esclusivo utilizzo della radiazioni solare. Il coperchio del forno presenta, aperto, uno specchio che riflette i raggi solari all’interno della camera, provocandone guidato il reindirizzo, con un potente effetto serra che svolge il compito sopra indicato, all’interno il termometro di precisione garantisce un controllo della temperatura raggiunta.  Il termo domestico “SolaRex Ecosirio 48” può essere utilizzato in qualsiasi periodo dell’anno, purché in presenza di sole e il vetro superiore assicura l’effetto serra per un cottura costante, la cottura inizia a 70° mentre la sterilizzazione, inizierà appena la camera di cottura raggiungerà internamente i 160°. Non di poco conto è il risparmio energetico e l’eco-sostenibilità che si ricaverebbe dall’utilizzo di tali apparecchi, per esempio nel terzo mondo, eviterebbe il disboscamento a fini di produrre carbone (cottura primitiva) per le popolazioni in aree sottosviluppate del mondo, favorendone la distribuzione a largo spettro, tramite tutte le ONG.

Del contenuto innovativo:

Lo staff di Nuove Tecnologie ha raccolto il grido d’aiuto, dal gruppo di Alta Formazione Onlus che fa capo a Guspini e si occupa della tutela della salute dei soggetti svantaggiati e nella sua missione mondiale sostiene e accompagna i paesi in via di sviluppo nel processo di sviluppo e tutela della salute pubblica promuovendo progetti che garantiscano un miglioramento negli stili di vita e nell’educazione igienico-sanitaria. Il Centre Culturel de la Vallée du Logone è uno strumento della Diocesi di Yagoua, la quale ritiene che l’uso adeguato delle risorse e delle istituzioni sanitarie ignifichi anche appropriatezza delle cure sanitarie, razionalizzazione della spesa, risparmio. Ciò comporta una società più etica, dove chi ha meno risorse, ha lo stesso diritto a vivere in salute.  Uno dei problemi più diffusi in Camerun, ma anche nell’Africa in generale, è quello della sanità legata alla scarsa igiene presente nel Paese. Al giorno d’oggi, nel territorio, possiamo contare la presenza di ben 20 malattie infettive tradizionali e altrettante nuove ne sono comparse: HIV, Ebola e la febbre di Lassa. Tali malattie infettive (in diversi casi sono infezioni potenzialmente prevenibili), la mancanza di acqua potabile, di servizi sanitari insufficienti e una scarsa igiene continuano a rappresentare un grave problema per la salute della popolazione e sono le cause di milioni di morti evitabili ogni anno. Molto spesso la scarsa igiene è dovuta al fatto che non sono presenti gabinetti, ma anche le stoviglie utilizzate per mangiare e cucinare se non igienizzate possono essere portatrici di microbi. Ancora più grave è, però, la sbagliata o mancata sterilizzazione degli strumenti usati nelle piccole infermerie e centri di salute distribuiti nei villaggi. Come ben possiamo immaginare, entrare a contatto con strumenti sanitari non igienizzati è un pericolo non solo per coloro che lavorano in questi centri di medicazione, bensì anche per tutti quei pazienti che ne entrano a contatto, infatti è maggiore il tasso di contagio di malattie o infezioni. Vi è un altro problema connesso a questo, ossia che per igienizzare nella maniera adatta tutti gli strumenti mancano le risorse principali per farlo. Infatti, pochi centri sono dotati di una macchina per sterilizzazioni, soprattutto perché questi macchinari costano parecchio denaro e dovrebbero essere importati.   La nostra Azienda  con la Falegnameria ecologica che  è insediata nella zona PIP di Guspini, ha analizzato tutte queste problematiche proposte ed è arrivata a l progetto  “EcoSirio SolaRex48” tenendo conto di produrre un manufatto che rispondesse : all’innovazione, economico, trasportabile e durevole, possibile da produrre anche in altri mondi meno ricchi del nostro di materie prime ricercate e quindi ha donato gratuitamente il NOW HOW e  MARCHIO per un tempo di  due anni,  rinnovabile.

Dei risultati economici prodotti con particolare riferimento alla remunerazione dell’investimento e all’occupazione prodotta c’è da sottolineare dal Progetto di Cooperazione Internazionale col Camerun-Caritas Onlus, non vi sarà nessun risultato economico in denaro poichè è stato fatto un CONTRATTO di produzione con prescritta assoluta gratuità nella cessione del NOW HOW – Marchio a e fornitura della consulenza tecnica, cioè guadagno ZERO per la nostra impresa, ma il valore effettivo dello scambio è IMPORTANTE, quello AMBIENTALE incommensurabile, partendo dal fatto che saranno salvati tanti alberi locali che diversamente si sacrificherebbero per farne legna da ardere, carbonella etc. per la cottura dei pasti ed usi primari, tipico delle popolazioni in questione.

Dalla diffusione in Italia possiamo aspettarci,

  • un risparmio in consumo energetico nella cottura – sterilizzazione di cibi, avendo noi più possibilità di scelta per igienizzazione, praticabile con  altri mezzi usualmente ,
  • mentre nelle zone non servite da energia è un grande aiuto alla collettività “ecologista” ma anche strutture ricettive tradizionali che attualmente utilizzano gruppi elettrogeni, specie quella fetta di popolazione e che vive in territori meno infrastutturati. attualmente Venduto in Sardegna – Italia, è gia stato esposto all’Expo di Milano dal 02 settembre al fine expo’ presso lo stand Cascina Triulza, in occasione del Fuorisalone Milano 2016 nel Centro Botanico a MIlano in Via Cesare Correnti 10..

Ottenimento di certificazioni ambientali ISO14001-2004

Firmato

Nuove Tecnologie snc

Graziella Caria

Marinella Caria

Isabella Caria

Guspini, 10 novembre 2016

Annunci

LAB NATALE TOUR laboratorio creativo del Presepe in lana Edilana

Image

Proseguono i laboratori per modellare e creare con la lana di pecora sarda a cura di Roberta Saba all’interno del progetto LaNatale Tour, laboratori in vari paesi dell’Isola per Modellare e creare con lana Sarda prodotta dall’azienda Edilana, 100% naturale made in Sardinia.

 

Guspini, 16 dicembre 2013 ore 17:00 Vico Parigi,11 (nei pressi supermercato LIDL)

da Arredamenti Nuove Tecnologie di Marinella Caria & C. Snc 

laboratorio del presepe prèt a porter

per adulti e bambini dagli 8 anni in su, si entrerà nel magico mondo della lana di pecora sarda prodotta da Edilana, si apprenderanno alcune TECNICHE PER MODELLARE E CREARE con fiocchi e feltri di lana, eccedenze tessili pregiate, creatività e fantasia

GUSPINI A 20 MANI DI TUTTE LE ETA'

Cagliari, 18 dicembre 2013 ore 17:00

Via dell’astrolabio – Ludoteca Karangiù

laboratorio del Presepe Prèt a Porter per bambini nel magico mondo di Karangiù

Creare e modellare con la lana sarda e’ un’esperienza ricca di sensazioni piacevoli, la lana e’ calda, morbida e colorata con eccedenze naturali e vegetali che le donano tonalita’ tenui e delicate, modellare la lana non richiede particolari capacita’. Creando in gruppo oggetti di lana, attraverso il sostegno dell’operatore, nasce una cooperazione e sinergia tra i bambini del gruppo che favorisce la comunicazione e l’interazione fra i partecipanti.

 I posti disponibili sono limitati, si consiglia di prenotare per tempo al numero sottostante.

 Roberta 389 833 6436 

costituito il “DISTRETTO DI DEMOCRAZIA SOLARE” inaugurati i FORNI SOLARI costruiti da NUOVE TECNOLOGIE di MARINELLA CARIA & C. SNC GUSPINI

Nelle aziende del Medio Campidano nasce la filiera a energia solare con nuove tecniche che, seguendo un nuovo modo di intendere e sentire il paesaggio e l’agricoltura, creano produzioni food e no food, a zero CO2, usando come energia primaria il sole da radiazione diretta, senza eolico e senza fotovoltaico.

forno_Alex_100_gradi

FORNI SOLARI
A CAGLIARI NEL PADIGLIORTO DI ARCHITETTURA FIERA INAUGURAZIONE DI COTTURA DEI CIBI CON LA SOLA RADIAZIONE SOLARE DIRETTA E RIFLESSA

«Questi concreti esempi di green economy, che non ricevono alcun finanziamento pubblico – ha precisato il presidente della Provincia, Fulvio Tocco, presentando ieri mattina aziende e prodotti “solari” – hanno origine nel progetto agro-ecoambientale ‘Vivere La Campagna’, sperimentato in questi anni dalla Provincia del Medio Campidano».

ALEXANDER SCANO per la sua esperienza e competenza rinominato “RE SOLE”

http://alexander.blog.tiscali.it/author/56637/?doing_wp_cron

http://www.youtube.com/user/ss0alexander

A fare la parte del leone fra le nuove tecniche ecologiche, che si inseriscono nella filiera naturale creata e portata avanti dalla Edilana diDaniela Ducato e da “Nuove tecnologie” diGraziella Caria, imprenditrici di Guspini che vanno raccogliendo una serie successi e riconoscimenti nella green economy regionale e nazionale, sono i forni solari del Re Sole, progettato da Alex Scano, giovane tecnico di Villacidro ideatore del “Distretto di democrazia solare” che collabora con la Banca del Sole di Guspini creata dal binomio imprenditoriale al femminile Ducato-Caria.

Nuove Tecnologie ha cominciato la produzione commerciale di forni da ristorante, da casa, da barca, da bicicletta, tutti funzionanti senza gas, senza elettricità, senza fotovoltaico, con esclusivo utilizzo delle radiazioni solari. Il coperchio del forno presenta, aperto, uno specchio che riflette i raggi solari all’interno provocando un effetto serra che cuoce ogni genere di alimenti, dalla carne al pane, dalle verdure ai dolci. I forni solari sono già stati adottati da un panificio di Gonnosfanadiga, da un’azienda casearia di Genna Sciria (Arbus) che produce formaggi, ricotte e cioccolatini al latte di capra, e dal ristorante di un hotel di Guspini. (l.on)

http://arredamentinuovetecnologie.com/

Articolo tratto da: la Nuova Sardegna